Crea la tua Kanban Board

In giapponese Kanban significa scheda, cartellino. La parola è composta di due ideogrammi: il primo, Kan, significa visuale e il secondo, Ban, segnale.
Il metodo Kaban  si basa sull’utilizzo di due semplici strumenti: una lavagna e dei cartellini.
Solitamente ogni lavagna è suddivisa verticalmente in tre sezioni: nella prima sezione, partendo da sinistra, ci sono le azioni da svolgere (to do) , nella sezione centrale ci sono le azioni in elaborazione (doing) ed infine, nella colonna di destra, ci sono le azioni completate (done). Il Kanban si basa su un concetto semplice, ovvero che le attività della sezione doing dovrebbero essere limitate e ogni nuova attività deve essere iniziata solo quando un’attività in corso viene ultimata.

Un utilissimo strumento per facilitare questo tipo di gestione e mettere in evidenza chi fa che cosa e dove si creano dei colli di bottiglia, si possono utilizzare i vari prodotti della Serie Agile Kanban. Si tratta di cartellini magnetici, scrivibili e riutilizzabili per nuovi proggeti Kanban, che sostituiscono i tradizionali Post-It, solitamente impiegati per identificare le attività che ancora devono essere intraprese, quelle che sono in elaborazione e che devono essere portate a termine, e quelli già concluse.

Nella sezione Documentazioni è possibile visionare (Issuu) o scaricare – previa registrazione – il relativo catalogo “Serie Agile Kanban”